Le acque minerali di Telese tra Sette e Ottocento

È con grande orgoglio che l’Associazione Storica Valle Telesina presenterà, sabato 11 giugno 2016 alle ore 17:30 presso l’abbazia benedettina di San Salvatore Telesino, due volumi inediti: “Breve ragionamento della Città di Telese e delle Acque minerali e come queste giovano a molti mali” di Gaetano d’Adone e “Idrologia delle minerali Telesine” di Libero Petrucci. … Read more

Le acque minerali di Telese tra Sette e Ottocento

Sabato 11 giugno 2016, alle ore 17.30, presso l’Abbazia benedettina del Santo Salvatore de Telesia, l’Associazione Storica della Valle Telesina, nell’àmbito di un incontro dal titolo “Le acque minerali di Telese tra Sette e Ottocento”, presenterà i volumi: * Gaetano d’Adone, Breve ragionamento della Città di Telese e delle Acque minerali e come queste giovano … Read more

Una denuncia netta in difesa delle biblioteche

London, United Kingdom. 4th August 2012 -- A tenage boy explores the "a MAZE me" art installation,made out of 250000 books by Brazilian artists Marcos Saboya.And Gualter Pupo. Royal Festival Hall, South Bank Centre,.London. -- A masive maze "a MAZE me" made out of 250,000 books by Brazilian artists Marcos Saboya and Gualter Pupo has opened in London.The art installation is part of the Festival of the world, Royal Festival Hall, South Bank Centre. London, UK.

Una denuncia netta in difesa delle  biblioteche
Il manifesto – redazione cultura, 28.05.2016
BENI CULTURALI . Dimissioni a catena dopo la recente pubblicazione del bando del Mibact per l’assunzione di 500 funzionari.
Il disappunto da parte del Comitato tecnico scientifico per le biblioteche e gli istituti culturali è arrivato puntuale a fronte della recente pubblicazione del Bando di concorso per funzionari bibliotecari pubblicato ieri sul sito del Mibact.
La questione, interna al concorso per l’assunzione di nuovi funzionari, attiene al numero esiguo di funzionari bibliotecari. Solo 25 saranno infatti i reclutamenti delle unità che interesseranno il settore a fronte dei complessivi 500 posti previsti. Troppo pochi, ovviamente, in un orizzonte che come più volte è stato sottolineato andrebbe  sostenuto e diversamente incentivato. Questa in sintesi è la denuncia che arriva da quattro illustri e autorevoli professori (Mauro Guerrini, Luca Bellingeri, Paolo Matthiae e Gino Roncaglia) che ieri si sono dimessi dal Comitato tecnico scientifico per le biblioteche.

Oltre a non tenere in alcun conto competenze ed esigenze funzionali, come si legge nel breve documento, il bando non rispetterebbe nemmeno «gli scollamenti a oggi esistenti fra quanto previsto dalle nuove dotazioni organiche () e il personale in effettivo servizio nei ruoli di bibliotecario, in base ai quali il reclutamento avrebbe dovuto riguardare almeno una decina di unità in più delle 25 previste». A risultare compromessa è la stessa sopravvivenza delle biblioteche, in verità già claudicanti, soprattutto quelle pubbliche statali, per non parlare di quelle nazionali.
Con il medesimo disagio verso il bando del Mibact, anche Giovanni Solimine, ordinario di Biblioteconomia presso La Sapienza, si è dimesso dal Consiglio superiore dei beni culturali e paesaggistici. La circostanziata lettera inviata ieri al Ministro Franceschini, si chiude con una presa d’atto: «per una questione così rilevante come l’attribuzione di risorse umane ad un settore ormai giunto al collasso (riduzione degli orari di apertura, scarsa accessibilità del patrimonio, invecchiamento delle collezioni, costante abbassamento del livello dei servizi erogati, contrazione dell’utenza e, come conseguenza di tutto ciò, una sostanziale marginalità delle biblioteche statali nel panorama bibliotecario nazionale) non si è ritenuto di usare altri parametri se non quelli aritmetici».
© 2016 IL NUOVO MANIFESTO SOCIETÀ COOP. EDITRICE

Le regole del gioco: letture telesine sulla Costituzione

Era il 22 dicembre 1947 quando l’ Assemblea Costituente della neo Repubblica Italiana approvava la Costituzione, la legge fondamentale dello Stato, che tutti i cittadini e gli organi statali sono tenuti a osservare. Per il nostro paese la Carta Costituzionale rappresentava il programma per il futuro, l’opportunità di rinnovamento, la rinascita dopo la dura esperienza … Read more

Le regole del gioco: letture telesine sulla Costituzione

Gentili amici, in occasione del mese dedicato alla lettura, ai libri e alla cultura, la nostra Associazione ha deciso di dedicare un pomeriggio di riflessione alla Costituzione della Repubblica italiana, il testo su cui, dal 1947, si fonda la convivenza civile fra gli italiani. Noi crediamo che esso sia non solo il documento politico fondamentale … Read more

Modelli Ottocenteschi di Francescanesimo nel Sannio

Il giorno 7 maggio 2016, presso l’Abbazia Benedettina del Santo Salvatore de Telesia, alle ore 18.00, si terrà la presentazione del Libro “Seraphica Charitas. Note storico-critiche sull’alcantarino Carlo di S. Pasquale (1818-1878)” a cura di Francesco Lepore. L’iniziativa, organizzata dall’Associazione Storica Valle Telesina, col patrocinio del Comune di San Salvatore Telesino, – si inscrive fra … Read more

Convocazione Assemblea Straordinaria Socî

Gentili Socî dell’Associazione Storica della Valle Telesina, il Consiglio Direttivo, nel corso dell’ultimo incontro, ha discusso la necessità di apportare delle modifiche alla Statuto dell’Ass. con l’introduzione dell’Organo dei Revisori dei conti. Poiché tale modifica può essere apportata solo da un’Assemblea straordinaria dei Soci si è deciso di convocarla a seguire a quella annuale ordinaria … Read more

Convocazione Assemblea Ordinaria Socî

Gentili Socî dell’Associazione Storica della Valle Telesina, il Consiglio Direttivo, nel corso dell’ultimo incontro, ha stabilito di fissare l’Assemblea ordinaria annuale dei Socî per il giorno 27.02.2016, alle 15.30 in prima convocazione e alle ore 16.00 in seconda convocazione , presso l’ex edificio comunale (ora Sala Conferenze) di San Salvatore Telesino con il seguente O.d.G. … Read more

Storia di Castelvenere 1920-1939

Nel 2010 Vincenzo Cuccaro, un giovane di Castelvenere inizia, presso la pro-loco del suo comune, un periodo di un anno di servizio civile. La legge prevede che i giovani assegnatari dell’incarico svolgano il proprio servizio in attività sociali e di promozione culturale del territorio. Vincenzo e le sue colleghe hanno ricevuto il compito di occuparsi … Read more